Ige

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Ernesto N 9 anni, 1 mese fa.

  • Autore
    Articoli
  • #2087 Risposta

    Leftsd
    Membro

    Dunque gentilissimi, vorrei esporvi il mio caso, ho 21 anni, e soffro di rinite allergica di entità moderata per un mesetto a maggio alle graminacee, con interesse delle vie respiratorie superiori. Da due anni questi periodi allergici sono molto peggiorati e durano per 2 mesi con episodi strani di epistassi continue, non ho mai fatto analisi sino a 10 giorni fa quando inspiegabilmente sono iniziati sintomi “allergici” a ottobre un mese in cui non ho mai sofferto, stanchezza, senso di febbre, nodo alla gola, con “asma” che non ho mai avuto… Ora ho ritirato le analisi con anche i valori della tiroide e di alcuni minerali e sono tutte normalissime tranne l’ IgE che è “molto” alta… mi sono spaventato… Aggiungo che è la prima volta dopo molti anni che faccio queste analisi quindi non ho possibilità di confronto, ma sono a 1.034 quando dal referto dicono che gli adulti non dovrebbero averne più di 150… Ora cosa significa ciò? appena possibile le farò avere al mio medico ma nel mentre… rischio qualcosa? Grazie in anticipo.

  • #7664 Risposta

    Ernesto N
    Membro

    Caio Leftsd,

    tieni presente che non sono un medico,

    da ciò che scrivi le IgE alte dovrebbero essere la dimostrazione di laboratorio di quello che tu hai provato sul piano della salute con i sintomi allergici alle graminaceae ed altri agenti non ben determinati.

    Gli anticorpi IgE che ti sono stati dosati sono quelli totali, il test viene anche chiamato PRIST.

    http://www.asmaeallergia.it/igetotali.php

    Quando necessario, le ricerche possono essere portate avanti quantificando le IgE specifiche: le IgE dirette verso particolari allergeni, il test é denominato RAST.

    http://www.asmaeallergia.it/igespecifiche.php

    Ma il tuo Dottore potrebbe farti fare altre analisi, più comuni e forse più utili, i test cutanei: PRICK tests, o PATCH tests

    Oppure indirizzarti direttamente da un Allergologo / Immunologo.

    Quindi fra non molto potrai discutere con lui del tuo problema e intraprendere un percorso di indagini che ti aiuteranno finalmente a comprendere meglio

    ciao

    Ernesto

Rispondi a: Ige
Le tue informazioni: