Fattore V e fattore XII

Home Forum Discussioni ed opinioni Fattore V e fattore XII

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Ernesto N 9 anni, 6 mesi fa.

  • Autore
    Articoli
  • #1879 Risposta

    fp1
    Partecipante

    Salve, avrei un quesito da porre: già da tempo risulto affetto da una generica predisposizione alla trombofilia, avendo alti valori di D-dimero ed omocisteina. Ultimamente ho fatto altri esami del sangue, ed ho notato che, nel “dosaggio fattori coagulativi”, risultano valori al di sopra del range di riferimento, ossia “Fattore V” e “Fattore XII”. Cercando su Internet mi sembrava di aver capito che è più da temere il difetto, anziché l’eccesso di tali valori, ho capito male? In ogni caso che comporta l’eccesso dei citati “Fattore V” e “Fattore XII”? Grazie mille per l’attenzione

  • #6650 Risposta

    Ernesto N
    Membro

    Ciao, premetto, non sono laureato in medicina.

    Detto questo, non scherzerei troppo con ‘una generica predisposizione alla trombofilia’.

    Leggi per esempio i seguenti documenti, ma ce ne sono tanti altri sul web

    http://www.aots.sanita.fvg.it/aots/infocms/repositPubbl/table9/29/allegati/giansante_trombofilia.pdf

    http://it.geocities.com/ematologia/varie/trombofilia.html

    Il fatto che tu affermi che hai anche ‘alti valori’ di omocisteina rende la cosa ancora più degna di attenzione

    Il mio consiglio é quindi di andare da un medico serio e fatti fare un quadro completo e chiaro.

    Ernesto

  • #6656 Risposta

    fp1
    Partecipante

    Grazie della tua risposta.
    In ogni caso non sottovaluto affatto la predisposizione alla trombofilia, sono monitorato periodicamente da uno Specialista che mi somministra le terapie del caso.
    La mia “curiosità” era sapere cosa comportano, nello specifico, aumentati livelli dei Fattori V e XII; nessun altro membro di questo Forum ne è affetto?…

  • #6657 Risposta

    Ernesto N
    Membro

    Ciao, oltre che dell’aumento quantitativo potrebbe essere importante per te sapere anche di un’eventuale variante genetica del fattore V.
    E’ probabile che il tuo medico ti abbia già fatto fare questa indagine,

    in ogni caso, vedi per esempio il seguente sito:

    http://www.ismaap.org/index.php?id=279&print=1&no_cache=1

    Ernesto

Rispondi a: Fattore V e fattore XII
Le tue informazioni: