Carica batterica.

Tag: 

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da  drumma 8 mesi, 3 settimane fa.

  • Autore
    Articoli
  • #33945 Risposta

    Lucia Sciacca

    Mi sono sottoposta ad urinocoltura periodicamente da oltre un anno. Nelle analisi si è rilevata una carica batterica di 800.000 e 1.000.000, batterio isolato “E. Coli”. Da tali esiti, sono stata sottoposta a cura appropriata antibiotica, senza alcun risultato. Continuando ad avere sofferenze dolorose, specie nel sedermi, alla vescica ed alla vagina, a tutt’oggi. Malgrado le ultime recenti analisi “urinocoltura” del 17/03/2017, nelle quali i predetti valori sono stati riscontrati in 100.000, sempre “E. Coli”.- Non si evincono, come negli altri esiti, i valori MINIMI E MASSIMI, quali sarebbero ? esistono?Ora, io mi chiedo, qualcuno mi saprebbe dare questa risposta ? Quali sono le cause ? I rimedi ? Forse sono andata oltre. Scusatemi sono disperata !? Sono in menopausa chirurgica dal 1989. Sono nata nel 1952. Ad oggi n on ho avuto risposte concrete, malgrado tante visite fatte con diversi medici in merito. (Ginecologi ed urologi). Grazie e scusate.

  • #33955 Risposta

    drumma
    Amministratore del forum

    Non esistono valori normali perchè nelle urine non devono esserci batteri, quindi l’unica risposta è “assenza di crescita batterica”.
    Detto questo lei sta entrando in una fase cronica di infezione batterica abbastanza frequente in persone isterectomizzate, per discesa del pacco intestinale e conseguenza peso e pressione sulla vescica.
    L’uso continuo di antibiotici non può che creare resistenze che la porteranno in un circolo chiuso e a rovinare anche l’intestino;
    deve consultare un gastroenterologo per cominciare una cura depurativa e ricolonizzante l’intestino con probiotici.

Rispondi a: Carica batterica.
Le tue informazioni:




Annulla