Anticorpi antinucleo e antiperossidasi

Home Forum Discussioni ed opinioni Anticorpi antinucleo e antiperossidasi

Questo argomento contiene 6 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Ernesto N 8 anni, 8 mesi fa.

  • Autore
    Articoli
  • #2288 Risposta

    cucciolo
    Membro

    Salve. Da analisi del sangue fatte (sono celiaca) sono risultati presenti anticorpi antinucleo (positivo punteggiato) e, seppur a livelli non elevati, anticorpi antiperossidasi. Volevo domandare spiegazioni in merito a questi anticorpi. Possono essere legati alla celiachia o indicare altre malattie autoimmuni. Tra l’altro da qualche tempo ho sempre una leggera febbre, mai più di 37.5 soprattutto nel pomeriggio o sera. Grazie infinite

  • #8146 Risposta

    Ernesto N
    Membro

    Ciao cucciolo,

    tu poni delle domande su questioni che ho dovuto affrontare tempo fa perché per me c’era un sospetto di Celiachia, sospetto che sembra essere rientrato dopo test genetici.

    Come ti avranno detto la Celiachia é una malattia autoimmune, anche se un pò particolare, l’autoimmunità é mediata in qualche misura da un fattore esterno (il glutine).
    Il bersaglio vero (l’antigene vero ) é la Transglutaminasi, un enzima normalmente presente nelle nostre cellule e non solo in quelle della mucosa imtestinale.

    1) Gli anticorpi Antiperoissidasi:

    Sono organo specifici (Tiroide), diretti contro un enzima del citoplasma tiroideo.

    2) Gli ANA:

    Questi autoanticorpi non sono organo-specifici ma si dirigono a colpire bersagli del nucleo cellulare, bersagli presenti in tutti i tessuti /organi, si parla di autoimmunità sistemica.

    Questo é veramente un buon documento in proposito:

    Si tratta di questioni complesse, penso che ti avranno detto che chi ha la Celiachia ha un certo rischio statistico in più di incorrere in altre patologie autoimmuni,
    ti segue uno specialista ?

    Ciao

    Ernesto

  • #8147 Risposta

    cucciolo
    Membro

    Ciao Ernesto. Grazie mille per la risposta. Dovrò fare una visita la settimana prossima, perchè tra l’altro da un po’ di tempo ho sempre qualche linea di febbre. Leggerò intanto gli allegati. Sono un po’ preoccupata… anche perchè non sono argomenti tanto facili e anche i medici a volte faticano a mettere insieme tutti i tasselli. Grazie infinite

    Originariamente inviato da Ernesto N

    Ciao cucciolo,

    tu poni delle domande su questioni che ho dovuto affrontare tempo fa perché per me c’era un sospetto di Celiachia, sospetto che sembra essere rientrato dopo test genetici.

    Come ti avranno detto la Celiachia é una malattia autoimmune, anche se un pò particolare, l’autoimmunità é mediata in qualche misura da un fattore esterno (il glutine).
    Il bersaglio vero (l’antigene vero ) é la Transglutaminasi, un enzima normalmente presente nelle nostre cellule e non solo in quelle della mucosa imtestinale.

    1) Gli anticorpi Antiperoissidasi:

    Sono organo specifici (Tiroide), diretti contro un enzima del citoplasma tiroideo. Per saperne di più :

    http://books.google.it/books?id=sZ90RdCi9YgC&printsec=frontcover&dq=autoanticorpi#PPA69,M1

    2) Gli ANA:

    Questi autoanticorpi non sono organo-specifici ma si dirigono a colpire bersagli del nucleo cellulare, bersagli presenti in tutti i tessuti /organi, si parla di autoimmunità sistemica.

    Questo é veramente un buon documento in proposito:

    Si tratta di questioni complesse, penso che ti avranno detto che chi ha la Celiachia ha un certo rischio statistico in più di incorrere in altre patologie autoimmuni,
    ti segue uno specialista ?

    Ciao

    Ernesto

  • #8148 Risposta

    Ernesto N
    Membro

    Ciao Cucciolo,

    comprendo la preoccupazione, comunque se é stato chiarito che hai la Celiachia é già un primo importante passo per capire meglio i tuoi punti deboli.

    I documenti che ti ho consigliato sono due tra i possibili, come sai ce ne sono tantissimi in rete, però credo che una ricerca autonoma potrebbe crarti più ansia che benefici.

    Pertanto attendi la visita con tranquillità e se puoi utilizza il tempo a disposizione per preparare i dati clinici presenti e passati disponendoli in modo che il dottore possa formarsi un quadro chiaro con facilità,

    se vuoi facci sapere come va,

    Ciao

    Ernesto

  • #8151 Risposta

    cucciolo
    Membro

    Grazie infinite Ernesto. Per tutto

  • #8157 Risposta

    cucciolo
    Membro

    Ernesto scusami, volevo solo domandare un’ultima cosa: un innalzamento della temperatura (soprattutto pomeriggio e sera) max 37.5 può essere legato ancora alla questione degli anticorpi antinucleo? Ho anche una leggera bronchite, evidenziata da rx al torace. Grazie infinite

  • #8158 Risposta

    Ernesto N
    Membro

    Ciao cucciolo,

    non credo sia possibile sapere se questa correlazione diretta esiste, ti faccio un esempio pratico:

    Io ho il Reuma test positivo almeno dal 1985 ad oggi, nel mio sangue é stato quindi presente un importante auto-anticorpo che viene rilevato in molte delle malattie autoimmuni, tra cui l’Artrite Reumatoide.

    Durante questi anni i valori hanno oscillato tra circa 50 e 100 ( limite di normalità, minore di 15).

    Si può quindi avere un’anomalia autoimmune per moltissimo tempo, e, venendo al tuo caso, bisognerebbe almeno sapere da quanto tempo hai questi ANA positivi.

    Visto però che il passato é ormai dietro di noi, a mio avviso é molto più importante il cercare di avere un quadro chiaro della situazione di oggi.

    E’ un mosaico che deve essere completato progressivamente, con l’indispensabile aiuto di uno, o anche più medici.

    Quindi io focalizzerei l’attenzione sui dati da far emergere, speciamente puntando su quelle analisi ed accertamenti che sono meno invasivi possibili; le ipotesi e le interpretazioni verranno dopo.

    Ti faccio quindi i migliori auguri per queste ricerche,

    Ciao

    Ernesto

Rispondi a: Anticorpi antinucleo e antiperossidasi
Le tue informazioni: