alla c. a. del dott druma

Home Forum Discussioni ed opinioni alla c. a. del dott druma

Tag: 

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  babbizzone 8 anni, 5 mesi fa.

  • Autore
    Articoli
  • #2402 Risposta

    babbizzone
    Membro

    ill.mo dottore,
    avendo lavorato come docente prima, e successivamente come direttore per 30 anni nei centri di formazione professionale con aule ed officine coperte da eternit, puo’ ravvisarsi una concausa tra il mio L.N.H. e gli insalubri locali coperti con il succitato cemento amianto ?
    l’ultima tac (11/06/ 2009), ha evidenziato plurimi e subcentrici linfonodi in sede prevascolare anteriore ed a livello della finestra aorto-polmonare,nonche’ millimetrici noduli calcifici in sede di parenchima polmonare basale bilateralmente.
    devo preoccuparmi ed anticipare la visita ematologica prevista per il prossimo mese ????
    un caloroso e rispettoso saluto.
    ? ? ?
    babbizzone

  • #8365 Risposta

    Luke57
    Partecipante

    Ciao Babbizzone, in attesa che risponda il medico, io so che vi è precisa e diretta correlazione tra inalazione di polveri d’amianto e un particolare tipo di tumore pleurico, il mesotelioma.
    Non so se vi è rapporto tra linfoma e amianto.
    Se l’eternit è compatto non dovrebbe comportare comunque alcun tipo di rischio.
    Per l’esito della tua tac, è necessario il raffronto tra quella precedente e l’attuale per verificare si vi è stata una modificazione dello stato dei linfonodi. Quelli calcifici dovrebbero essere riferiti a precedenti stati infiammatori e quindi con poco significato clinico.
    La valutazione clinica, in ogni caso, spetta agli specialisti che ti seguono.

  • #8366 Risposta

    chiaraf.
    Membro

    Buonasera dottore,
    mi chiamo Chiara, ho vent’anni, sono alta circa un metro e settanta e peso 51 kg.
    Assumo la pillola ( Loette) e, dal momento che fumo molto, il mio ginecologo mi ha consigliato(oltre di diminuire le sigarette)di effettuare periodici esami del sangue per controllarne la coaugulazione…
    Bene, circa una settimana fa ho effettuato un emocromo, più analisi specifiche per la questione pillola-fumo (tempo di protrombina e simili).
    I valori sono tutti nelle norma, salvo per LYMPH, che risulta essere dell’ 1,4 % superiore rispetto alla norma e per P-LCR, che, invece, è superiore alla norma dello 0.9 %.
    Il mio medico di famiglia dice di non preoccuparmi, in quanto potrebbe esser stato causato da una piccola infezione in corso (raffreddore per es, che però non ho), e non mi sarei preoccupata se, da più di dieci giorni, non avessi notato sulle cosce dei piccoli ematomi (non dovuti a traumi), che nn scompaiono, anzi, mi pare che aumentino.
    Vorrei sapere se gli ematomi e quei valori leggermente alterati possono essere elementi correlati. ( Forse esagerando, ho pensato a leucemia).
    Inoltre, ho in corso una piccola infezione vaginale, può aver questa determinato l’alzamento dei valori che le ho detto?
    Ps, anche l’anno scorso il valore LYMPH risultava leggermente sulla norma, mentre era nella norma il valore P-LCR.
    Mi consiglia ulteriori accertamenti? Se si, quali?
    E, soprattuto, per gli ematomi sulle cosce devo preoccuparmi?
    Sono ansiosa… molto…
    La ringrazio molto per l’attenzione.

    chiara

    chiara

  • #8367 Risposta

    babbizzone
    Membro

    carissima chiara,
    non penso che tu debba preoccuparti piu’ di tanto per il risultato delle analisi del sangue, ma sarebbe opportuno ternere sotto osservazione i “gonfiori sulle cosce” .
    il mio linfoma fu diagnosticato da una ecografia sui linfonodi inguinali : coscia destra ed inguine .
    per quanto sopra, nel formularti sentiti e sinceri auguri ti abbraccio augurandoti ogni bene.
    non so di dove sei, ma a roma, nel policlinico ematologico di via benevento si effettuano accurate visite .
    babb.

Rispondi a: alla c. a. del dott druma
Le tue informazioni: