Rispondi a: Alterazione aspecifica della fase di ripolarizzaz.

Home Forum Discussioni ed opinioni Alterazione aspecifica della fase di ripolarizzaz. Rispondi a: Alterazione aspecifica della fase di ripolarizzaz.

#3796 Risposta

Davide
Membro

<font size=”1″ face=”Verdana, Arial, Helvetica” id=”quote”>Citazione:<hr noshade id=”quote”><i>Originariamente inviato da babbizzone</i>
Cosa e’ egregio dottore?Questa e’ stata la prima diagnsi che il prof. fedele fece allo scrivente il 18/12/2ooo.Il resto ti e’ noto.L’esame ecografico ripetuto ieri 5/4,ha confermato la presenza di alcuni linfonodi megalici a ridosso del trigono di Scarpa,ed il mio medico di base,ha ritenuto utile la visita ematologica fissata per il 12 p.v. .
Ora scusa l’ardire,vorrei pregarti di rispondermi a due miei precedenti post,inviati rispettivamente il 18 ed il 22/02/06,rimasti lettera morta.
Purtroppo a mia moglie i piedi seguitano a gonfiarsi;ora le fara’ ripetere gli esami:
AST(GOT) S ,gGT S ,ALT(GPT) S ,FT3,FT4,TSH(Tireotropina),dopo aver sospesso per 4 giorni,la terapia con ARIMIDEX,prescritta dall’ospedale Gemelli.Certo di un tuo illuminato parere,cordialmente ti saluto
<hr noshade id=”quote”>

</font>Carissimo Babbizzone, le alterazioni aspecifiche della fase di ripolarizzazione sono in parole povere l’inizio di tutto.
Queste rappresentano i segni che causa una ischemia cronica.
Capisco la mia poca chiarezza…
L’ischemia è la mancanza di ossigeno e la sofferenza o morte dei tessuti. Infatti, la mancanza parziale di ossigeno causa dolore, che nel caso del cuore è il segno principale dell’infarto o dell’angina pectoris. Il primo è un evento improvviso ed irreversibile in maniera completa (rimane sempre un danno anche se piccolo); l’angina pectoris è una ischemia cronica, cioè una sofferenza senza morte del tessuto cardiaco – Il dolore viene per pochi momenti e poi scompare senza danno irreversibile al tessuto.
Nel tuo caso credo che questi siano segni di piccoli infarti di cui forse non ti sei accorto. Potrebbero anche essere segni di una discreta sofferenza del cuore, senza manifestazioni.
Riguardo i linfonodi, temo che i tuoi medici stiano pensando che tu abbia una malattia del sangue. Alcuni Tumori possono causare questi segni. Non voglio preoccuparti, ma le cose che mi dici mi fanno ritenere importante una tempestiva valutazione specialistica. Ricordati che io non ti ho mai visitato e parlo di supposizioni: affidati a bravi medici!
Per tua moglie non ho i dati per capire bene…
Fammi sapere quanti anni ha; quanto è alta e quanto pesa; che malattia della tiroide e del cuore ha; se è già stata operata e se ha metastasi del tumore alle mammelle; se ha dolori oltre ai gonfiori… tutto quello che ritieni importante.
Davide