Rispondi a: per un diabetico ….

Home Forum Discussioni ed opinioni per un diabetico …. Rispondi a: per un diabetico ….

#7560 Risposta

Ernesto N
Membro

Ciao Drumma,

scrivo per te e per altri della mia esperienza personale, potrebbe essere utile.

Io mi sono trovato a gestire la situazione di mia madre, al momento della sua scomparsa aveva un’età di 82 anni, soffriva di una insufficienza renale terminale. L’ultimo valore della creatinina clearance, misurata presso un laboratorio privato, fu di circa 4.

Al momento in cui, circa due anni prima, avevo iniziato a far monitorare questo parametro presso lo stesso laboratorio il valore era di circa 15.

Sono stato io ha decidere che questo parametro andasse monitorato.

In un ricovero immediatamente precedente alla prima misurazione, presso un reparto Nefrologico, la creatinina clearance non gli era stata neanche misurata. Tornata a casa, ho deciso di non lasciar correre su queste carenze (direi negligenze) e prendere in mano direttamente la situazione.

Siccome non poteva essere sottoposta a dialisi, per età avanzata (80 anni) e per un concomitante Parkinsonismo, la cura era di puro mantenimento, con diurertico e soluzioni saline, ed eventualmente glucosate.

Ls Creatinina clearance effettuata nel suddetto laboratorio mi serviva per monitorare di quanto declinava la sua filtrazione renale residua, ma sapevo che quello poteva non essere un buon valore assoluto.
Poteva non essere un buon valore assoluto perché per conoscere quest’ultimo vi sarebbe dovuto essere l’intervento di un centro Nefrologico di elevato livello, disposto a ‘perdere tempo’ nell’effettuare un calcolo preciso com metodiche quanto più possibilmente valide.

A suo tempo mi documentai come potei, su tutta la letteratura che potevo raggiungere, in Italiano, Inglese e Francese. Risultò evidente che per un calcolo veramente preciso si prevedeva una valutazione minima di certi parametri come peso, altezza, età, sesso, ma vi era dell’altro, scopriii che le formule di calcolo erano più d’una.
Tra l’altro lei non poteva pesarsi perché era a letto a casa, e come detto in ospedale non avevano fatto niente in proposito.

Inoltre vidi che la creatinina non era l’unico metabolita utile per valutare la Filtrazione ma ne erano stati proposti nel tempo anche altri, proprio perchè molti Nefrologi si rendevano conto dei limiti teorici esistenti.

Se vuoi potrò rifare nuovamente un po’ di quel percorso e fornirti i documenti relativi.

Ho solo quindi espresso sinteticamente una mia opinione che questa misurazione così delicata e complessa della capacità di Filtrazione renale richiederebbe l’intervento di un centro specializzato.

Non ho puntualizzato invece che una misurazione un po’ approssimata, effettuata presso un qualunque laboratorio, potrebbe essere utile per un monitoraggio sulla velocità di declino della filtrazione stessa, come io stesso ho fatto.

Avendo vissuto una situazione del genere, vedo il problema di babb in un ottica tutta mia, e gli consiglio caldamente, se non l’ha già fatto, di rivolgersi ad un centro nefrologico di alto livelo per valutare sia la Filtrazione che il Riassorbimento tubulare.
Per quest’ultimo parametro ho preferito tacere, per non complicare le cose, perché non ho idea se il dosaggio della beta2 microglobulina potrebbe essere liberamente utilizzata nel suo caso, visti i precedenti che ha avuto

ciao

Ernesto