Reply To: Rischio infezioni in seguito a prelievo del sangue

Home Forum Discussioni ed opinioni Rischio infezioni in seguito a prelievo del sangue Reply To: Rischio infezioni in seguito a prelievo del sangue

#7314 Risposta

Ernesto N
Membro

Ciao Eco35,

io e Luke57 abbiamo avuto recentemente la ventura di trovarci in una situazione simile con un’altra persona, anche se la questione era un po’ più problematica e ci potevano essere motivi abbastanza reali per indagare:

http://www.analisidelsangue.net/forum/topic.asp?TOPIC_ID=1989

Provo a rispondere ai tuoi dubbi:

“…per te potrebbe succedere che venga utilizzato un ago già usato in precedenza o ci sono dei limiti tecnici per cui anche se per errore questo non può avvenire?”

si, esiste una possibilità teorica limite che ciò avvenga, come d’altronde esistono possibilità di eventi sulla carta estremamente improbabili, ci sono persone che si sono viste sfondare il tetto di casa da un meteorite.

“…E soprattutto un ago già usato potrebbe dare quella risposta immediata che ho avuto oppure non dovrei avere nulla ed accorgermene solo anni dopo per altri motivi?….”

Anche in questo caso esiste una remota possibilità che ciò avvenga, il sistema immunitario é capace, in teoria, di reagire in tempi a volte rapidissimi, contro una quantità praticamente infinita di antigeni ( bersagli ), quindi anche contro tracce virali.

“..Per quanto riguarda l’allergia se ciò fosse non mi sarebbe dovuta capitare anche nei prelievi precedenti?….ciò non mi è mai avvenuto…”

Questo non é detto, perché non tutti gli aghi sono prodotti con gli stessi materiali, possono presentare impurità di metalli diversi.

Volendo darti un consiglio pratico, se proprio l’evento ti genera tanta preoccupazione, chiedi al tuo medico se é opportuno effettuare tutti i test virali più comuni, magari lasciando fuori quello per l’HIV, la mia paura é che essendo così ansiosa/o potresti avere un bell’incremento di tensione. Considera in proposito che l’HIV é molto più labile di altri virus come quello dell’Epatite e contaggiarsi é quindi molto meno facile:

“Trasmissione

HIV è un virus estremamente labile nell’ambiente esterno ed ha una infettività 20-30 volte inferiore rispetto al virus dell’epatite B (HBV).”

tratto da:

Ciao

Ernesto