Rispondi a: Rischio infezioni in seguito a prelievo del sangue

Home Forum Discussioni ed opinioni Rischio infezioni in seguito a prelievo del sangue Rispondi a: Rischio infezioni in seguito a prelievo del sangue

#7290 Risposta

Luke57
Partecipante

<i>Originariamente inviato da eco35</i>
Vi segnalo che a distanza di una settimana dal prelievo mi sono comparse afte in bocca che cmq generalmente in certi periodo ho con ingrossamento dei linfonodi sottomandibolari dolenti al tatto…ed ora dopo due mesi dal prelievo nel giro di due settimane mi è comparso per due volte un herpes labiale sempre nello stesso punto….il mio timore è che quell’ago potesse essere non sterile e quindi mi sono beccato hiv o epatite c…..potreste darmi il vostro parere al riguardo attendo magari anche la risposta di qualche dottore….

Ciao, Drumma è il medico e ti ha detto che è impossibile. Come già detto, per eseguire i prelievi del sangue i sanitari utilizzano siringhe nuove e quindi <b>sterili</b>, a maggior ragione per le patologie come hiv ed epatite c. Io dono il sangue e, alcune volte, anche se l’ago usato per la donazione è più grosso, mi è rimasto per diverso tempo il segno sul braccio.