Reply To: Datemi un consiglio

Home Forum Discussioni ed opinioni Datemi un consiglio Reply To: Datemi un consiglio

#7149 Risposta

Ernesto N
Membro

Ciao eaglesxp,

ti premetto anzitutto che non sono medico.

Dal quadro che hai tracciato in poche righe si vedono tutte le sofferenze di una vita.

Purtroppo non é lontanamente pensabile che io possa farti un elenco delle analisi che potrebbero chiarire la tua situazione, provo solo a dirti ciò che potresti forse fare per capirla meglio.

Anzitutto, potresti raccogliere tutte le analisi e gli accertamenti già effettuati, sin da quando eri piccolo.

Separare questi accertamenti per categorie, ed all’interno di ciascuna fare si che i dati si susseguano in ordine cronologico.

Fatto ciò, se hai pazienza sufficiente, li potresti ricopiare su fogli separati a seconda della loro tipologia ed in ordine cronologico.
Avresti così per la prima volta un quadro clinico di te stesso nel tempo, e forse ti potrai meravigliare di come certe analisi potranno risultare del tutto stabili mentre altre tenderanno a cambiare, gradualmente o bruscamente.

A questo punto dovrai rivolgerti a dei medici.

Immagino che in passato tu sia stato seguito molto per l’evento ischemico cerebrale.
Vista l’importanza che questi aspetti circolatori hanno avuto per la tua salute, ti servirebbe anzitutto un esperto cardiovascolare che tracci un quadro completo e aggiornato .
Ti potrebbe appunto prescrivere tutte quelle analisi volte ad accertare l’attuale rischio cardiovascolare: analisi del sangue (valutazione dei grassi, della coagulazione, degli indici di infiammazione come la Proteina C Reattiva, la Ves, e così via), e altri accertamenti ( misurazione della pressione, ecografie, etc ).

Poi, una volta che ti sei assicurato le spalle da quello che é stato il tuo più grande nemico, ti potresti volgere a capire i vari disturbi di cui tu parli.
Lì magari potrebbe servire un bravo esperto in Medicina Interna, che ti guidi lui stesso verso una comprensione completa di questi sintomi, o che ti indirizzi verso un collega altrimenti specializzato.

Siccome sei in una situazione complessa devi agire in modo particolarmente attento e potente, non ti bastano analisi di routine fatte a tappeto, per quanto numerose esse siano.

La scelta cruciale sarà quella dei medici che ti aiuteranno a capire,

Se procederai lungo questo o altri percorsi, ci farà piacere aver tue notizie

auguri

Ernesto