Rispondi a: Attività protrombinica

Home Forum Discussioni ed opinioni Attività protrombinica Rispondi a: Attività protrombinica

#3423 Risposta

Giordano
Membro

<font size=”1″ face=”Verdana, Arial, Helvetica” id=”quote”>Citazione:<hr noshade id=”quote”><i>Originariamente inviato da Giordano</i>

<font size=”1″ face=”Verdana, Arial, Helvetica” id=”quote”>Citazione:<hr noshade id=”quote”><i>Originariamente inviato da drumma</i>
E’ un valore in percentuale che e’ in riferimento al tempo in secondi che impiega il sangue a coagulare con un eccesso di protrombina. Nei soggetti normali il valore non deve scendere sotto il 60 % , mentre nei soggetti che assumono farmaci anticoagulanti il valore DEVE essere piu’ basso e serve a monitorare la quantita’ di anticoagulante da prendere per mantenere una certa fluidita’ del sangue ( si pensi ai trombotici ). Meglio e’ avere il valore dell’INR .

drumma

Se non è possibile fare il test INR (range terapeutico 2.0-3.0)qual’è il tempo di protrombina equivalente?
<hr noshade id=”quote”>

</font>
<hr noshade id=”quote”>

</font>